+-100%

remunaIl progetto ReMuNa – Rete dei Musei Napoletani, che coinvolge diciotto istituti di cultura napoletani di vario ambito disciplinare – tra cui musei, gallerie, archivi – si è proposto l’ambizioso fine della realizzazione di un circuito informatico-telematico per la fruizione virtuale del patrimonio artistico-culturale della città. ReMuNa, prodotto della sinergia tra le competenze dei soggetti coinvolti e dell’Istituto di Cibernetica “E. Caianiello” del CNR di Napoli, è partito innanzitutto da un ripensamento e da un arricchimento concettuale del significato di museo virtuale.

Partendo originariamente da una base di dati composta dai documenti riguardanti le mostre sui beni culturali dedicate a Napoli, ReMuNa ha innanzitutto dimostrato la possibilità di rimuovere la componente temporale di questo tipo di eventi, trasformando le risorse da essi implicate in una nuova dimensione virtuale e in diversi contesti espositivi. La virtualizzazione, infatti, consente di mettere in relazione percorsi espositivi diversi e di attribuire ai contenuti nuovi significati.

Nell’ambito del progetto, una funzione di promozione della memoria della rete dei soggetti culturali napoletani è svolta dall’Archivio di Stato di Napoli. Questo, infatti, oltre a rappresentare non soltanto il proprio specifico patrimonio documentario, ma anche quello storico-artistico (attraverso un itinerario museale virtuale che parte dalla piazza antistante l’ingresso), conserva e valorizza le principali fonti che documentano la storia di quel complesso di beni e di organismi.

I risultati del progetto sono consultabili all’indirizzo: http://cir.campania.beniculturali.it/archiviodistatonapoli

FacebookTwitterGoogle+

ultima revisione: 11 dicembre 2014