+-100%

rivisitareLa conservazione della memoria è dovere ineludibile di ogni società ed è sentita come tale perfino dalle più primitive. A maggior ragione è compito di una democrazia compiuta, come quella italiana, che ha in aggiunta il carico di una civiltà più volte millenaria: la nostra è memoria non solo nazionale, ma dell’umanità. Gli archivi sono uno dei luoghi di conservazione per antonomasia, testimonianza della collettività. Riscoprire gli Archivi di Stato della Campania rappresenta perciò un percorso di civiltà, un viaggio che ci avvicina alle radici del nostro essere cittadini consapevoli attraverso la lettura di un passato che è l’unica chiave per l’interpretazione del futuro. Archivi di istituzioni, ma anche di famiglie, di enti laici ed ecclesiastici, di privati – insigni – personaggi. I loro documenti scrivono da sé la storia, raccontano le suggestioni di un passato che non potrà e non dovrà mai essere dimenticato.

Con il fine di valorizzare e promuovere lo straordinario patrimonio archivistico della Campania è ideato e realizzato il progetto denominato Rivisitare la memoria-Progettare il futuro. Alla scoperta degli Archivi di Stato della Campania, organizzato dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania (www.archividellacampania.it), al cui interno sono stati previsti una serie di interessanti e stimolanti percorsi di visita e mostre presso i cinque Archivi di Stato della regione, a partire dal 30 marzo e che si concluderanno il 30 aprile 2012.

Nell’ambito di tale progetto è stato anche programmato per il 27 e 28 aprile 2012 un workshop curato dalla cooperativa SIRE e destinato ad addetti del settore e agli operatori del turismo culturale ed associativo, sia regionali che nazionali, che li condurrà a scoprire il ricco patrimonio archivistico campano attraverso una due giorni di tour e visite ai cinque archivi campani, allo scopo di avvicinare domanda e offerta culturale e per le scuole, strutturando itinerari archivistici da integrare nell’ambito dell’offerta turistica della Campania.

FacebookTwitterGoogle+

ultima revisione: 12 dicembre 2014