+-100%

L’Archivio di Stato di Napoli aderisce al progetto di apertura straordinaria di musei, siti monumentali e aree archeologiche, archivi e biblioteche promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la giornata del 1° maggio 2015.

In tale occasione sarà possibile visitare gli spazi monumentali collocati al primo, terzo e quarto piano dell’ex monastero benedettino dei SS. Severino e Sossio, sede dell’Archivio di Stato di Napoli, da 170 anni.

Al primo piano il pubblico potrà visitare gli ambienti caratteristici del monastero, il chiostro di Marmo e il chiostro del Platano attorno ai quali sono collocate la sala Tasso, la sala Filangieri, ex refettorio, e la sala Catasti, già sala del Capitolo.

Al terzo piano è collocato il documento più antico dell’Archivio: la Carta lapidaria dell’VIII secolo.

Al quarto piano il percorso continua nella Sala della Biblioteca, nella Sala della prima Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica d’Italia, nella Sala Diplomatica, tutte ornate da arredi lignei e volte decorate. L’itinerario termina con la visita al Salone degli Archivi Gentilizi, al Salone della Sommaria, fino all’Archivio Pignatelli.

L’apertura al pubblico, con ingresso gratuito, è dalle ore 9 alle ore 14 (ultimo ingresso ore 13.30).

Il pubblico potrà visitare liberamente tutte le sale aperte o inserirsi in gruppi organizzati per visite guidate previste alle ore 10, 11 e 12.

Per le visite guidate non è necessaria la prenotazione.

 

FacebookTwitterGoogle+

ultima revisione: 6 maggio 2015