+-100%
11 Giugno 2015 - 3 Luglio 2015 - Evento Concluso

“Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” è un’esposizione allargata nella quale si intrecciano il dialogo intergenerazionale e quello interdisciplinare per porre dubbi e creare domande. Generi e linguaggi dialogano e si confrontano per una fotografia sempre più vicina al fattore “umano”, alla persona e alla sua socialità come valore essenziale. Fotografie che pongono dilemmi quali la memoria e la dignità. Immagini che immortalano il viaggio, la conoscenza, la ricerca, la memoria. Fotografie che mostrano quella mediterranea come la cultura degli intrecci, dell’arte, della mobilità, della socialità.

 

Il Mediterraneo è contenitore e moltiplicatore, un luogo di scontri e di incontri attraverso cui i popoli che vivono sulle sue sponde parlano, trasmettono le conoscenze, producono arte. Una centralità, dunque quella del Mediterraneo, che per cultura affonda le origini nei popoli che fin dall’antichità hanno contribuito all’evoluzione umana, centralità che ritrova nell’accoglienza e nello scambio alcune delle sue radici. Il Mediterraneo, mare che ci è vicino e che ci guarda, non ci è indifferente, “ci riguarda”. Mare affollato di passato e di presente, il Mediterraneo, oggi racconta ciò che è ed è diventata l’evoluzione culturale ed emotiva umana: è ora il mare del futuro.

 

Dall’edizione 2015 “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” svilupperà sguardi sul Mediterraneo che possano mettere in risalto la vivacità sociale, culturale, e dei linguaggi espressivi dei popoli che abitano questo mare attraverso circuiti espositivi realizzati nelle città di Milano, Napoli, Venezia e Firenze.

A Napoli le strutture che ospitano le esposizioni sono l’Accademia di Belle Arti, l’Archivio di Stato e la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III.

 

In particolare, le fotografie in mostra nella sala Catasti dell’Archivio di Stato di Napoli (lunedì e giovedì alle ore 9.30 e alle ore 11.30) sono il risultato di un bando pubblico dove ai fotografi è stato chiesto di presentare lavori sul tema della relazione tra cibo, culture e mercati.

Gianluca Capri con “Pescato in Sicilia”, Sandro Lombardo con “Reti a terra. Favignana”, Luigia Bersani con “Edizione limitata”, Linda de’ Nobili con “Mercati”, Francesco Fratta con “Fatti di Terra”, sono stati scelti dalla giuria composta da Beppe Bolchi, Clelia Belgrado e Aniello Barone.

 

L’inaugurazione dell’esposizione e la presentazione di “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” si terrà nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Napoli giovedì 11 giugno alle ore 12. Saranno presenti, oltre alla curatrice Patrizia Varone, il Direttore dell’Accademia Giuseppe Gaeta, la Direttrice dell’Archivio di Stato Imma Ascione, la Direttrice della Biblioteca Nazionale Vera Valitutto.

 

La manifestazione “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare”, è organizzata e promossa da “Lo Cunto” Associazione di Promozione Sociale, senza scopo di lucro, ed ha il Patrocinio della Commissione Europea, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, di UniMed, Unione delle Università del Mediterraneo, di Issm-Cnr, Istituto per gli Studi delle Società del Mediterraneo-Cnr.

FacebookTwitterGoogle+

Allegati

ultima revisione: 8 luglio 2015