+-100%

L’Archivio Sonoro Musiche di Tradizione Orale della Campania raccoglie un’ingente documentazione sonora, fotografica e audiovisiva sulle forme espressive della cultura popolare regionale, dalle pioneristiche rilevazioni di Alan Lomax alle inedite ricerche sui carnevali campani coordinate da Annabella Rossi e Roberto De Simone fino a indagini molto più recenti, offrendo così un vivace spaccato sulla vita culturale della Campania degli ultimi decenni, quando ad occuparsi di cultura popolare erano anche registi – come Luigi Di Gianni- e autori di teatro come Annibale Ruccello – o musicisti impegnati nella rivisitazione dei repertori popolari come il Teatro Gruppo di Salerno.

Presso l’Archivio di Stato di Napoli è possibile la consultazione integrale in locale della stessa documentazione presente, per frammenti di 40 secondi, sul sito www.archiviosonoro.org/campania. Le raccolte degli Archivi di Etnomusicologia, in virtù di un accordo stipulato con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sono invece consultabili, sempre integralmente, in remoto con un accesso diretto al database di Santa Cecilia. Questo servizio non è momentaneamente disponibile per problemi in via di risoluzione del server dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

La consultazione dei fondi e delle raccolte è libera e gratuita per fini di studio e di ricerca, mentre non è consentito copiare, duplicare o registrare i diversi materiali audio, fotografici e audiovisivi: chiunque avesse necessità diverse dalla sola consultazione dovrà inoltrare formale richiesta all’Associazione culturale Altrosud che, d’intesa con la Direzione Generale per gli Archivi del MiBACT, ha promosso la realizzazione dell’Archivio Sonoro: altrosud@altrosud.it

FacebookTwitterGoogle+

ultima revisione: 1 febbraio 2017