+100%-

È ora disponibile, nella banca dati dell’Archivio di Stato di Napoli, la serie “Profughi di guerra, sussidi” del fondo “Questura di Napoli”, serie ”Archivio Generale”.

Si tratta di una delle fonti più importanti che l’Archivio di Stato di Napoli conservi sulla Prima Guerra Mondiale; è contenuta in 34 buste per un totale di 7357 fascicoli nominativi relativi a ciascun profugo: ogni fascicolo riporta indicazioni anagrafiche e informazioni sul comune di provenienza e di residenza, nonché informazioni riguardanti i sussidi ordinari e straordinari percepiti, o richiesti, dai profughi stessi. Le unità archivistiche seguono un numero progressivo all’interno di ogni busta e sono costituite da fascicoli ordinati sulla base di un criterio alfabetico.

La documentazione copre un arco di tempo che va dal 1915 al 1921.

La schedatura informatizzata della serie “Profughi” è cominciata nell’ambito del progetto formativo “500 GIOVANI PER LA CULTURA”.
Hanno preso parte al progetto, dal 1 settembre 2015 al 30 giugno 2016, Ilaria Ditré, Angelica Parisi e Antonio Salvatore Romano.
Responsabili scientifici interni sono stati Fausto De Mattia, Silvana Musella e Rossana Spadaccini.
Terminata la fase del progetto il lavoro di schedatura è stato portato avanti dai funzionari Antonio Esposito e Ferdinando Salemme.

Il completamento della schedatura, la verifica dell’intera banca dati e l’introduzione storico archivistica sono a cura di Francesca Calcagno e Martina Magliacano, a loro volta funzionarie dell’Archivio di Stato di Napoli.

ultima revisione: 3 ottobre 2018