Si rende disponibile in formato digitale la serie Cedolari nuovi, consistente in documentazione relativa alle intestazioni dei feudi per successione, acquisto e refuta come iscrizione nel ruolo fiscale delle adohe.

Di tali notamenti, formati dal razionale intorno alla successione dei feudi insieme alle tasse dovute dai possessori in favore dell’erario pubblico, sono andati purtroppo distrutti negli eventi bellici del 1943 quelli componenti la serie dei cedolari antichi (74 volumi dal 1444 al 1717) e gli spogli (24 volumi dal 1500 al 1600).

L’ambito cronologico dei Cedolari nuovi comprende gli anni dal 1639 al 1806 fatta eccezione per le province di Terra d’Otranto – compresa in 12 volumi – e di Calabria Ultra, in 8 volumi, per le quali il termine è fissato al 1805.

Ai volumi delle Province – vale a dire, oltre quelle sopra citate: Calabria Citra (7 volumi), Basilicata (7 volumi), Terra di Lavoro (12 volumi), Contado di Molise (8 volumi), Capitanata (4 volumi), Terra di Bari (4 volumi), Abruzzo Citra (8 volumi), Abruzzo Ultra (9 volumi), Principato Citra (8 volumi) e Principato Ultra (8 volumi) – si aggiunge un ultimo e “singolare” cedolario, il n. 100, “per i feudi posseduti dal Real Monastero di Montecassino”, che copre gli anni dal 1791 al 1805.

ultima revisione: 28 Maggio 2019