mostre
virtuali

 

Elenco iniziative:
Mostra virtuale “Napoli dall’età ducale al Decennio francese”
DAL 26 MARZO 2020
Mostra virtuale preparata con i documenti presentati in occasione della mostra “Napoli capitale europea. Tracce nel Grande Archivio”. Per grandi periodi storici sono ripercorse le vicende napoletane e meridionali a partire dal Ducato bizantino fino a giungere al Decennio francese.
Partecipazione a “La Radio per l’Italia”
20 MARZO 2020 ORE 11.00
L’Archivio di Stato di Napoli ha unito la sua voce a quella delle emittenti radiofoniche di tutto il Paese che hanno trasmesso all’unisono il “Canto degli Italiani”, in occasione dell’iniziativa “La Radio per l’Italia”.
L’Inno di Mameli fa da “colonna sonora” a una piccola antologia di documenti che illustrano in maniera significativa il percorso del Mezzogiorno verso l’Unità d’Italia dal 1820 al 1861.
Video “L’Archivio di Stato” rielaborato per la campagna L’Italia chiamò “#iorestoacasa”
DAL 18 MARZO 2020.
Mostra virtuale: “Marzo Donna – Donne d’Archivio”
DAL 17 MARZO 2020
Mostra fotografica dedicata alle figure femminili che hanno lavorato presso l’Archivio di Stato di Napoli.
Nata con la collaborazione di Flegrea PHOTO Associazione, con il patrocinio dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani e del Comune di Napoli, la mostra, pensata come esposizione in loco, è stata resa virtuale. Essa vuole presentare il lavoro di donne che hanno partecipato attivamente alla conservazione e valorizzazione della documentazione conservata in uno degli archivi più importanti d’Italia.
Mostra virtuale: “Le Carte Montemar all’Archivio di Stato di Napoli”
DAL 14 MARZO 2020
Mostra dedicata a una selezione delle piante presenti in 2 dei 112 tra fasci e volumi che compongono l’Archivio Montemar, fonte importante per la storia militare e diplomatica. Le bellissime piante a colori di città costiere di Napoli e della Sicilia, avamposti della resistenza e delle operazioni militari durante il conflitto dinastico che sconvolse l’Europa, restituiscono una parte del paesaggio costiero di quei territori. In esse sono riportati confini, urbanizzazione e strutture difensive.
RESTA AGGIORNATO